Trattamento della cellulite con ozonoterapia

a cura del Dott. Fabrizio de Gasperis

Tra i vari problemi estetici che affliggono le pazienti di sesso femminile la cellulite è considerato uno dei maggiori ( insieme al trattamento delle rughe di cui parleremo in altra occasione ).

Va considerato che la cellulite non è semplicemente un inestetismo ma è una vera e propria sindrome che il medico deve trattare con differente approccio da paziente a paziente.

Le zone maggiormente colpite sono le cosce, i fianchi ed i glutei e l’età di insorgenza che prima era intorno ai 25 anni ora tende ad abbassarsi.

La cellulite è definibile come una mutazione del grasso sottocutaneo e dei tessuti interstiziali che si trovano sotto la cute delle zone interessate avendo come conseguenza una diminuzione del flusso sanguigno e linfatico che esitano in ritenzione idrica ed ipossia ( cioè diminuzione della ossigenazione ) dei tessuti interessati.

Partendo da questa considerazione è facile intuire come l’azione di iperossigenazione che provoca l’ozonoterapia sia da considerare una terapia di grande utilità per il risultato estetico ( ed ovviamente funzionale ).

Grazie all’azione dell’ozono che ha la capacità di sciogliere i grassi rendendoli idrofili riusciamo ad ottenere un trofismo cutaneo molto valido.

Questo gas infatti riattiva la circolazione sanguigna, modifica la capacità dei globuli rossi di scorrere all’interno dei vasi sanguigni portando quindi l’ossigeno sino ai capillari più piccoli.

Questa è una azione che noi ozonoterapeuti vediamo abitualmente in tutti quei pazienti che si sottopongono a terapia con ozono per le patologie più varie e che dopo un determinato numero di sedute notano un miglior trofismo cutaneo frutto di una maggiore ossigenazione.

Questo trattamento della cellulite con l’ozono può essere iniziato e portato avanti su celluliti in qualsiasi stadio di progressione.

È ovvio che quanto minore è lo stato di gravità, più veloce sarà l’ottenimento di un risultato ottimale.

Come dimostrato da anni di esperienza l’ozono terapia può agire sulle adiposità localizzate perché agisce proprio sui fattori che scatenano e mantengono questi inestetismi.

La metodica è molto semplice e consiste nel praticare micro iniezioni sottocutanee con un ago sottilissimo iniettando circa 5 centimetri cubici per ogni punto ( la quantità varia da paziente a paziente ).

E’ possibile anche praticare nei casi più resistenti una serie di microiniezioni anche nel polpaccio al fine di ristabilire una miglior azione del distretto venoso.

In base all’ esperienza del medico chi pratica questa terapia è possibile anche utilizzare oltre all’ozono anche preparati della medicina omotossicologica ed anche in alcuni casi i concentrati piastrinici.

Già dalle prime sedute si può notare un miglioramento dal punto di vista meramente estetico mentre con il proseguire della terapia la paziente riferirà di percepire una valida diminuzione della ritenzione idrica ( segno della fovea ), del senso di pesantezza agli arti inferiori e del gonfiore.

Compito del medico è quello di fornire alla paziente i giusti suggerimenti per un’alimentazione corretta ed una sana attività fisica.

Il numero di sedute iniziali è circa 10 o 12 con ampie variazioni che dipendono dai singoli casi per i quali ci sarà una personalizzazione della terapia.

Dott. Fabrizio De Gasperis

Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita presso l’Università Statale di Milano nel luglio 1985;

Doppia iscrizione Albo Medici Chirurghi ed Albo Odontoiatri

Perfezionato in Endodonzia all’Università di Firenze

Perfezionato in Nutrizione all’Università degli Studi di Milano

Perfezionato in Chirurgia Parodontale all’Università di Firenze

Fondatore nel 1987 dello Studio medico Fabrizio de Gasperis in Borgomanero in cui svolge la libera professione, si occupa di medicina olistica sin dal 1986 e dopo un corso specialistico, della durata di tre anni, consegue il diploma di agopuntore presso l’ Istituto So-Wen di Milano.

Nell’anno 1988 frequenta il Primo Corso di Formazione in Ossigeno-ozonoterapia.

Negli anni a seguire frequenta inoltre corsi di omeopatia, EAV ( Elettro Agopuntura secondo Voll ) chinesiologia olistica.

dott. Fabrizio de Gasperis

Inoltre, si occupa dello studio delle interazioni tra la cura del cavo orale e la nutrizione, interessandosi al metodo Kousmine a partire dall’anno 1995.

Ottiene numerosi risultati scientifici scaturiti dallo studio della materia e dal consenso sempre maggiore riconosciutogli dalle migliaia di pazienti, così fino a fondare, l’AMIK, (Associazione medica italiana kousmine), della quale è ricopre la carica di Presidente sin dal 1998.

Sotto la sua egida, nel 2004, l’AMIK diventa Onlus, ed unica ed esclusiva associazione riconosciuta dalla Fòndation Internationale Kousmine con sede in Svizzera, che nel 2007 incarica l’AMIK Onlus di tutelare il nome Kousmine in Italia e di formare i medici autorizzati a praticare il Metodo.

I sorprendenti risultati scientifici lo hanno indotto a sviluppare sempre più lo studio dell’alimentazione in rapporto alle malattie autoimmuni tenendo conferenze e corsi sul tema. Svolge attività di divulgazione del Metodo anche con interventi televisivi e ed interviste su testate a diffusione nazionale.

Richiedi maggiori informazioni

Chiamando la segreteria allo 0322-82124 oppure il 348-4454078 (Cristina).

Potete scriverci per e-mail: info@fabriziodegasperis.it // info@amik.it

Orari d’ufficio:
08:30 / 12:30
15:30 / 19:30